FAQ CANONE RAI IN BOLLETTA

Tutte le informazioni e le risposte alle domande frequenti sul canone Rai.

 

FAQ

Che cos'è il canone TV? 

Il canone tv è un'imposta (Sentenza Corte Costituzionale n. 284 del 26/06/02 - Sentenza Corte di Cassazione del 03/08/93 n. 8549). Il canone tv si rinnova tacitamente e il contribuente, salvo che abbia dato tempestiva disdetta, è obbligato al suo pagamento ogni anno nei termini stabiliti dalla legge.


A quanto ammonta il canone annuo per il 2017? 

Il canone annuo è stato ridotto a 90 euro.

 

Chi deve pagare il canone TV?

Secondo quanto dispone l'Art. 1 del R.D.L. del 21/02/1938 n. 246, il canone tv dev'essere corrisposto da chiunque detenga uno o più apparecchi atti o adattabili alla ricezione delle trasmissioni radiotelevisive indipendentemente dalla qualità o dalla quantità del relativo utilizzo (Sentenza costituzionale 12/5/1988 n. 535 - Sentenza Corte di Cassazione 3/8/1993 n.8549).

L'utenza elettrica fa presumere la detenzione di un apparecchio ricevente?

Sì, dal 1 gennaio 2016, la detenzione di un apparecchio si presume nel caso in cui esista un'utenza per la fornitura di energia elettrica nel luogo in cui un soggetto ha la sua residenza anagrafica. La presunzione può essere superata con una dichiarazione allo Sportello S.A.T. dell'Agenzia delle Entrate con la quale, nelle forme previste dalla legge e sotto la propria responsabilità, anche penale, si attesta di non detenere alcun apparecchio.

L'importo del canone annuo è integralmente addebitato nella prima fattura elettrica dell'anno?

No, per i titolari di utenza elettrica domestica residente, in ogni bolletta vengono addebitate le rate mensili scadute. Al fine del calcolo delle somme da addebitare, l’importo annuo del canone è suddiviso in dieci rate mensili, che si intendono scadute da gennaio ad ottobre. Limitatamente al 2017, il primo addebito di canone avverrà nella prima fattura elettrica successiva al 1 luglio 2017.

 

L’addebito nella fattura elettrica avviene anche in caso di domiciliazione (bancaria, postale, ecc.) del pagamento della stessa?

Sì, le domiciliazioni del pagamento della fattura elettrica sono automaticamente estese all’importo del canone.

 

La presunzione di detenzione dell’apparecchio televisivo si applica anche alle utenze elettriche non domestiche?

No, la presunzione si applica solo alle utenze per la fornitura di energia elettrica nel luogo in cui un soggetto ha residenza anagrafica (c.d. “utenze domestiche residenti”).

 

È ancora possibile dare disdetta dell’abbonamento richiedendo il suggellamento degli apparecchi?

No, dal 1 gennaio 2016 la disdetta per suggellamento non è più prevista dalla legge.

 

La Legge di Stabilità per il 2016, che ha parzialmente modificato la normativa degli abbonamenti per uso privato, è anche intervenuta sulla disciplina degli abbonamenti speciali?

La disciplina degli abbonamenti speciali è rimasta invariata, con la sola eccezione della possibilità di dare disdetta per suggellamento, abolita anche per gli abbonati speciali.

 

Il limite reddituale per l’esenzione a favore dei soggetti di età pari o superiore a 75 anni è stato ampliato a 8.000 euro annui?

Il limite di reddito di 6.713,98 euro per poter beneficiare dell’esenzione è quello attualmente previsto dalla legge. Secondo quanto previsto dalla legge di stabilità 2016, l’aumento del limite di reddito per poter beneficiare dell’esenzione potrà essere disposto in futuro con decreto del Ministro dell’Economia e delle Finanze destinando a tal fine una quota delle eventuali maggiori entrate versate a titolo di canone di abbonamento rispetto al bilancio di previsione 2016.

 

Chi possiede solo un computer privo di sintonizzatore TV o un vecchio televisore analogico deve pagare il canone?

No, in quanto solo apparecchi atti o adattabili a ricevere il segnale audio/video attraverso la piattaforma terrestre e/o satellitare sono assoggettabili a canone TV. Ne consegue che di per sé i computer, se consentono l’ascolto e/o la visione dei programmi radiotelevisivi via Internet e non attraverso la ricezione del segnale digitale terrestre o satellitare ed i vecchi televisori analogici, non sono assoggettabili a canone (nota Min. Sviluppo Economico 22 febbraio 2012).

 

Uso l'apparecchio televisivo solo come monitor per il computer o per vedere videocassette, devo pagare il canone TV?

Sì, in quanto l'obbligo al pagamento del canone TV, secondo quanto disposto dall’art. 1 del R.D.L. del 21/02/1938 n. 246, sorge a seguito della detenzione di uno o più apparecchi atti o adattabili alla ricezione delle trasmissioni radiotelevisive indipendentemente dalla qualità o dalla quantità del relativo utilizzo (Sentenza Corte Costituzionale 12/5/1988 n. 535 – Sentenza Corte di Cassazione 3/8/1993, n.8549). Pertanto, la destinazione dell’apparecchio televisivo ad uso diverso (visione di nastri preregistrati, utilizzazione come terminale o come monitor per video-games) non ne esclude la adattabilità alla ricezione delle trasmissioni televisive, con conseguente obbligo di corrispondere il canone TV.

 

Non guardo mai la RAI, devo pagare il canone TV?

Sì. L'utilizzo dell’apparecchio limitatamente ai programmi delle TV private e straniere, con esclusione delle trasmissioni messe in onda dalla RAI, non esonera dal pagamento del canone TV.

 

La titolarità di un contratto per la visione di trasmissioni tramite satellite o via cavo esonera dal pagamento del canone TV?

No, in quanto l'obbligo al pagamento del canone TV, secondo quanto disposto dall’art. 1 del R.D.L. del 21/02/1938 n. 246, sorge a seguito della detenzione di uno o più apparecchi atti o adattabili alla ricezione delle trasmissioni radiotelevisive.

 

Ho affittato un TV, devo pagare ugualmente il canone?

Sì, in quanto il canone TV è dovuto per la semplice detenzione dell’apparecchio (Art. 1 R.D.L 21/2/1938 n.246).

 

Vivo in un appartamento ammobiliato in cui è presente un apparecchio non di mia proprietà': chi è obbligato al versamento del canone TV?

Al versamento dell'imposta è obbligato l'affittuario, in quanto detentore dell'apparecchio (art. 1 R.D.L 21/2/1938 n.246).

 

Si paga il canone per la radio detenuta in ambito familiare?

No. Secondo quanto disposto dalla legge 27 dicembre 1997, 449, non esistono più canoni ordinari dovuti per la detenzione di apparecchi radiofonici nell'ambito familiare.

 

Ho una seconda casa: devo pagare un altro canone TV?

No. Il canone è dovuto una sola volta per tutti gli apparecchi detenuti nei luoghi adibiti a propria residenza o dimora dallo stesso soggetto e dai soggetti appartenenti alla stessa famiglia anagrafica.

 

Che cosa succede se detengo un apparecchio e non pago il canone TV?

Il mancato pagamento del canone TV da parte di chi non è ancora abbonato può essere rilevato in qualsiasi momento con verbale da parte delle Autorità di controllo. In questo caso, i contribuenti devono corrispondere il canone con la decorrenza accertata nel verbale e sono soggetti alle sanzioni previste dalla legge, ammontanti complessivamente a 619 euro per ogni annualità evasa.

 

Sono residente all'estero ed ho un’abitazione in Italia, devo pagare il canone TV?

Sì, in quanto la residenza in un paese estero non esonera dal pagamento del canone TV se sono presenti apparecchi televisivi all'interno dell'abitazione situata in Italia.

 

Esenzioni per i Militari delle Forze Armate Italiane

L’esenzione è prevista solo per Ospedali militari, Case del soldato e Sale convegno dei militari delle Forze Armate. La detenzione del televisore all’interno di un alloggio privato, anche se situato dentro le strutture militari, non esonera dal pagamento del canone.

Esenzioni per Agenti diplomatici e consolari

Gli Agenti diplomatici e consolari stranieri accreditati in Italia sono esonerati dall'obbligo di corrispondere il canone TV a condizione che nel paese da loro rappresentato i nostri rappresentanti diplomatici ivi accreditati godano di uguale trattamento.

 

Esenzioni per rivenditori e riparatori TV

A seguito della risoluzione della Direzione Centrale Normativa e Contenzioso dell'Agenzia delle Entrate n. 2003/79447 del 29 luglio 2003, sono esonerate dal pagamento del canone le imprese che esercitano l'attività di riparazione o commercializzazione di apparecchiature di ricezione radiotelevisiva. Per regolarizzare la propria posizione, la Rai ha provveduto nell'anno 2003 ad inviare agli interessati un questionario da compilare e restituire alla sede Rai di competenza.


Numero verde per chi chiama dall'Italia 800.938.362

Per informazioni gratuite sulle novità del canone TV ad uso privato potete chiamare il numero verde 800.93.83.62 Il servizio è attivo dal lunedì al sabato dalle ore 9 alle ore 21.

 

Costi della chiamata per il numero 199.123.000

Il costo della telefonata è a carico del chiamante ed è, su tutto il territorio nazionale, pari ad un importo massimo di 14,49 centesimi di euro al minuto, comprensivo di IVA, dal lunedì al venerdì dalle ore 8,00 alle 18,30 e il sabato dalle ore 8,00 alle ore 13,00. Nelle rimanenti fasce orarie il costo del servizio è di 5,67 centesimi di euro al minuto. Per le chiamate da rete mobile il costo è inferiore a 48,8 centesimi di euro al minuto con uno scatto alla risposta inferiore a 15,75 centesimi di euro, a seconda dell'operatore mobile di accesso.
Per chi chiama dall’estero o da telefono cellulare non abilitato a chiamare il numero 199.123.000 si può comporre il numero 0039 06-87408197. Il costo è a totale carico del chiamante e varia a seconda delle tariffe del carrier da cui origina la chiamata o dal contratto dell'operatore di telefonia mobile.


Costi per chi chiama dall'estero

Per informazioni sul Canone di Abbonamento alla televisione è disponibile per tutti i paesi al di fuori dell'Italia la numerazione 0039 06-87408198 a pagamento, alla tariffa applicata dal proprio operatore telefonico per le chiamate verso l'Italia.


L’importo delle rate di canone addebitato in bolletta è gravato dell’IVA prevista per i servizi di vendita dell’energia elettrica? 

No, il canone è oggetto di distinta indicazione nel contesto della fattura emessa dall’impresa elettrica e non è ulteriormente imponibile ai fini fiscali.

Nella bolletta potranno essere addebitati arretrati maturati prima del 1 gennaio 2016?

Le modalità di riscossione del canone mediante addebito nella bolletta elettrica riguardano esclusivamente i canoni maturati dal 1 gennaio 2016 e non eventuali arretrati.

È tenuto al pagamento del canone TV il contribuente intestatario dell'utenza elettrica, titolare di un bed and breakfast, se già paga il canone TV speciale per l'unico apparecchio TV presente nell'alloggio (a disposizione della famiglia e degli ospiti)?

La detenzione di un apparecchio televisivo fuori dall'ambito familiare comporta l'obbligo di stipulare un canone speciale. Pertanto, in tutti quei casi in cui l'apparecchio sia installato in locali che ne permettano la visione anche ai propri clienti, è dovuto non già il canone ordinario, ma quello speciale. Nel caso in esame, considerato che opera la presunzione di detenzione introdotta dalla legge di stabilità 2016 e che il contribuente già paga il canone speciale, lo stesso può presentare la dichiarazione sostitutiva di non detenzione compilando il quadro A.


Cosa deve fare un contribuente ricoverato in una casa di riposo?

Se il contribuente detiene un apparecchio TV nella propria abitazione è tenuto al pagamento del canone anche se è ricoverato in casa di riposo. 
Se il contribuente non possiede la TV, qualora sia titolare di un'utenza elettrica con tariffa residenziale, per evitare l'addebito del canone nella fattura elettrica, dovrà presentare la dichiarazione sostitutiva di non detenzione. 
Se, invece, il contribuente non possiede la TV e non è titolare di un'utenza elettrica con tariffa residenziale (ad esempio, perchè l'utenza elettrica è intestata al figlio che risiede in un'altra abitazione) ed è già titolare di abbonamento alla TV, dovrà seguire la procedura già utilizzata negli anni passati e, quindi, nel caso non abbia la TV, dovrà dare disdetta dell'abbonamento ai sensi dell'art. 10 del R.D.L. n. 246/1938, inviando un'apposita raccomandata allo Sportello S.A.T. dell'Agenzia delle Entrate. 


Nel concetto di "famiglia anagrafica", sono incluse le coppie di fatto residenti nella stessa abitazione?

In relazione alla definizione di famiglia anagrafica recata dall'art. 4 del DPR n. 223/1989 rileva la certificazione del Comune competente. 
A titolo informativo, si segnala che sul sito www.lineamica.gov.it è presente la risposta di seguito riportata: 

"Il Regolamento Anagrafico della Popolazione Residente (Decreto del Presidente della Repubblica 30 maggio 1989 n. 223) prevede, all'articolo 13, che i soggetti effettuino dichiarazioni anagrafiche quali la costituzione di una nuova famiglia o di nuova convivenza, mediante apposita "modulistica per effettuare le dichiarazioni anagrafiche" predisposta dal Dipartimento Affari Interni e Territoriali del Ministero dell'Interno ed adottata da ogni Comune. 
L'articolo 4 dello stesso Decreto evidenzia che, agli effetti anagrafici, per famiglia si intende un insieme di persone legate da vincoli di matrimonio, parentela, affinità, adozione, tutela o da vincoli affettivi, coabitanti ed aventi dimora abituale nello stesso Comune (unico nucleo familiare); una famiglia anagrafica può essere costituita da una sola persona.
 
I soggetti che effettuano dichiarazioni anagrafiche chiariscono se nell'abitazione sita all'indirizzo di residenza sono già iscritte delle persone ed indicano se sussistono o non sussistono, rapporti di coniugio, parentela, affinità, adozione, tutela o vincoli affettivi con esse. Persone o famiglie che coabitano nella stessa abitazione possono dar luogo, a distinte famiglie anagrafiche (distinti nuclei familiari) solo se tra i componenti delle due famiglie non vi sono tali vincoli.
 
Nella pubblicazione Metodi e Norme, serie B, numero 29 del 1992, redatta congiuntamente dall'ISTAT (Istituto Nazionale di Statistica) e dal Ministero dell'Interno, si precisa che la prova dei "vincoli affettivi" di cui alla definizione di famiglia anagrafica (art. 4 del già citato Regolamento Anagrafico) viene riconosciuta alla dichiarazione che gli interessati rendono al momento della costituzione o subentro nella famiglia.
 
La dichiarazione già resa sull'esistenza dei vincoli affettivi non può essere soggetta a continui ripensamenti.
 
I vincoli stessi sono da ritenersi cessati soltanto con il cessare della coabitazione.

 

FONTE:  http://www.abbonamenti.rai.it/Ordinari/faq.aspx

 

Amministrazione Finanza e Controllo

CREDIT COLLECTOR SPECIALIST

Il candidato inserito nell’ufficio Crediti di gruppo avrà le seguenti mansioni principalmente in ambito b2b, con capacità consolidate di Credit collector:

  • Gestire il processo di recupero crediti con contatti telefonici outbound e inbound
  • Gestire la negoziazione interna/esterna e le proposte di Rateizzazione
  • Gestire il processo per recupero crediti attivando quotidianamente le segnalazioni e le relazioni pro-credito verso la Rete Commerciale diretta e indiretta (Agenzia, Area Managers e Consorzi)
  • Collaborare nella gestione e controllo del rapporto con i diversi Service di recupero crediti stragiudiziale e giudiziale principalmente per la parte di phone collection

Il/la candidato/a avrà i seguenti requisiti:

  • Laurea o Diploma in discipline economiche o giuridiche
  • Ha maturato precedente esperienza di almeno 5 anni in analoghe funzioni presso società del settore utility in o Società di Recupero Crediti con gestione di committenti utility
  • Necessaria la solida conoscenza del pacchetto Office (in particolare Excel) e di SAP, con capacità analitiche di estrazione, utilizzo ai fini del recupero e rendicontazione.
  • Serietà, proattività e capacità di supportare ritmi di lavoro elevati e sotto stress
  • Capacità di negoziazione interna e l’esterna con approccio autorevole e non emotivo
  • Solida conoscenza delle tecniche di comunicazione e spiccate doti relazionali volte a relazionarsi anche con interlocutori di alto livello
  • Conoscenza della lingua inglese

La tipologia di contratto e la retribuzione saranno commisurate sulla base dell'esperienza maturata

 

FINANCE AND CONTROL ACCOUNTANT CON SAP, INGLESE

Formazione: Laurea triennale in Economia Aziendale e Management

  • Budget & Forecast cassa
  • Gestione tesoreria e Banche, factoring
  • Analisi costi e scostamenti
  • Riconciliazioni banche
  • Gestione documentazione bancaria
  • Gestionali: SAP, Excel livello alto
  • Ottima conoscenza della lingua inglese

 

ADDETTO CONTABILITA’

All’interno dell’area Amministrazione e Finanza ricerchiamo Addetto alla contabilità. La risorsa verrà inserita all'interno dell'Ufficio Finance e sarà dedicata alle seguenti attività:

  • contabilità fornitori
  • registrazioni incassi e pagamenti in contabilità
  • supporto all'ufficio Finance

La risorsa dovrà essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • Diploma di Ragioneria e/o Laurea Economia Aziendale
  • Aver maturato una minima esperienza in analoghe mansioni
  • Buona conoscenza della lingua inglese
  • Buona conoscenza del gestionale SAP

COMUNICAZIONE

Non sono disponibili offerte

MARKETING

Non sono disponibili offerte

IT

Non sono disponibili offerte

OPERATIONS

ADDETTO-A AREA CUSTOMER CARE - FRONT OFFICE

La Figura professionale che stiamo cercando può essere identificata in un front office manager e verrà inserita all'interno dell'Ufficio Operations.

Job description:

  • Ha la responsabilità di governare i principali processi di “front office” dell’azienda. 
  • Presidia gli strumenti che consentono il contatto tra l’azienda e il cliente finale (call center, mail etc).
  • Stabilisce con il call center esterno/interno gli obiettivi di performance qualitativa/quantitative e ne controlla il puntuale rispetto.
  • Rileva gli scostamenti rispetto agli obiettivi indicati e propone gli interventi necessari per ridurre il gap
  • Pianifica le attività di formazione necessarie al costante allineamento sulle procedure di lavorazione/gestione delle chiamate e dei ticket.
  • Rileva i bisogni formativi delle risorse e pianifica gli interventi necessari.
  • Fornisce alla direzione la reportistica relativa al servizio e in particolare le statistiche di utilizzo dei vari canali (mail, call center etc)
  • Fornisce alla direzione la reportistica per la misurazione delle performance qualitative del servizio erogato.
  • E’ responsabile della qualità del servizio erogato dalla risorse di front office.
  • E’ in grado di rilevare, attraverso analisi quantitative e qualitative i principali bisogni dei clienti finali
  • Propone soluzioni per incrementare la “customer satisfaction” del cliente finale.

Altri input

  • Ha lavorato in un call center di medie dimensioni (anche in qualità di operatore). 
  • E’ stato responsabile di un team “inbound”.
  • Conosce i principali sistemi/processi a supporto dell’attività.
  • Buone doti di analisi e di sintesi
  • Orientato al risultato
  • Capace di fare squadra e di motivare le risorse
  • Attento alle esigenze del cliente interno/esterno

 

ADDETTO ALLA PROGETTAZIONE DI INTERVENTI DI EFFICIENZA ENERGETICA 

La risorsa verrà inserita all'interno dell'Ufficio Impianti e Efficienza Energetica e sarà dedicata alle seguenti attività:

  • Collaborazione per l’esecuzione di studi di fattibilità per efficienza energetica su clienti industriali
  • Partecipazione a Audit Energetici presso i Clienti
  • Esecuzione dir elazioni tecniche e calcoli di dimensionamento di base impianti
  • Assistenza alla gestione dei clienti e delle relative commesse
  • Assistenza e supervisione alla esecuzione degli interventi in campo

 La risorsa dovrà essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • Laurea magistrale in Ingegneria Energetica o Ingegneria Meccanica
  • Buona conoscenza degli applicativi Office
  • Ottima capacità di redigere relazioni tecniche in forma scritta
  • Buone capacità di analisi delle soluzioni tecniche applicabili per il conseguimento di obiettivi di efficienza energetica
  • Buone doti relazionali, propensione alla collaborazione e al lavoro in team

Costituiranno titolo preferenziali:

  • La capacità di lavorare in Autocad
  • L’utilizzo di strumenti dedicati alla progettazione di impianti termotecnici.

Sede di lavoro: Milano

 

ADDETTO-A AL CUSTOMER CARE

La risorsa verrà inserita all'interno dell'Ufficio Assistenza Clienti e sarà dedicata alle seguenti attività:

  • Gestione delle richieste scritte provenienti dai clienti, dalle associazioni dei consumatori e dai legali dei clienti secondo quanto previsto dalla normativa AEEGSI
  • Risposte alle telefonate dei clienti TOP
  • Gestione dei rapporti diretti con i partner di vendita su tutti i canali comunicativi
  • Evasione delle richieste di assistenza e prestazione dei clienti di tutto il gruppo Energetic Source

 La risorsa dovrà essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • Diploma o Laurea (preferibilmente in discipline umanistiche)
  • Aver maturato una certa esperienza in analoghe mansioni, preferibilmente in ambito utility
  • Buona conoscenza degli applicativi Office, soprattutto WORD e EXCEL
  • Ottima conoscenza della lingua italiana e delle tecniche comunicative
  • Ottima capacità di redigere testi scritti
  • Buone capacità di rendicontazione e analisi dati
  • Spiccate doti relazionali, propensione alla collaborazione e al lavoro in team
  • Serietà, proattività e capacità di sopportare ritmi di lavoro elevati e sotto stress

Sede di lavoro Paderno Franciacorta (BS)

SEGRETERIA

Non sono disponibili offerte

TRADING

ENERGY TRADER

Energetic Source Spa, società di primaria importanza operate nel mercato energetico europeo, ricerca una risorsa da inserire all'interno del proprio Dipartimento di Trading con il ruolo di Energy Trader.

La risorsa, in affiancamento con il Responsabile del Gas Trading Desk si occuperà dell'hedging ed ottimizzazione di assets e della valutazione e monitoraggio delle tendenze dei mercati energetici per identificare e implementare opportunità di business e strategie di trading, operando sulle principali piattaforme di scambio di commodities gas ed oil.

I requisiti richiesti per la candidatura sono il possesso di una Laurea ad indirizzo scientifico (ingegneria, matematica, fisica) o economico, ed ottima conoscenza dei principali applicativi informatici Office e la buona conoscenza dell'inglese (è gradita la conoscenza di una seconda lingua tra tedesco, francese e spagnolo). 

Completano il profilo ricercato doti di analisi, problem solving, flessibilità e gestione dello stress.

La sede di lavoro è Milano, ma sono possibili trasferte sia su territorio nazionale che in Europa.

RAL e inquadramento saranno valutate in sede di colloquio.

I Candidati interessati e in linea col profilo ricercato possono inviare dettagliato CV, completo di consenso al trattamento dei dati personali (D. Lgs. 196/03), a curriculum@energeticsource.com.