“Fare efficienza energetica è come disporre del più grande giacimento petroliero in Italia”

16/09/2015 11:41:00 | News

Come perseguire l’obiettivo dell’efficienza energetica: l’audit energetico

Negli ultimi decenni la gestione dell’energia ha assunto un peso sempre maggiore sia per la grande industria, ma ancor più per la piccola e media impresa.

Gestire al meglio i propri consumi genera benefici sia all'azienda (in termini di minori costi di gestione) sia alla collettività in quanto il risparmio di energia è spesso riconducibile in modo proporzionale ad un abbattimento delle emissioni di CO2 in atmosfera.

Il risparmio energetico deve diventare una “pratica” necessaria ed imprescindibile. Esso si presenta pertanto come una considerevole fonte di energia accessibile a tutte le imprese, con tempi di recupero dell’investimento inferiori a qualunque tecnologia energetica. L'efficienza energetica può essere indicata come il giacimento di energia più a buon mercato. 

In quest’ottica l'Audit Energetico è una delle componenti chiave all'interno di un programma di efficienza energetica.

Cos’è un Audit Energetico?

Con “Audit energetico‟ si intende un processo sistematico e documentato per ottenere un report sugli aspetti energetici di una data struttura (edificio, insediamento industriale, sistema produttivo).

Quali sono gli obiettivi di un Audit Energetico e in che cosa consiste?

Gli obiettivi di un Audit Energetico sono in sintesi:

  • definire il bilancio energetico della struttura in esame;
  • individuare gli interventi di riqualificazione tecnologica;
  • valutare per ciascun intervento le opportunità tecniche ed economiche;
  • ridurre le spese di gestione.

L’audit energetico costituisce pertanto la fase preliminare che precede l’avvio di un qualsiasi progetto di Efficienza Energetica. Solo in base ad esso è possibile stabilire in anticipo se un intervento possa risultare fattibile e conveniente, sia dal punto vista tecnico che economico.

Si possono identificare quindi due tipologie di Audit:

  • Audit preliminare;
  • Audit di dettaglio.

L’Audit preliminare si rivolge all’analisi energetica dei macrosistemi, come ad esempio lo stato di fatto dell’impianto elettrico (sia la parte di illuminazione che quella di forza motrice), di quello termico (sia per il riscaldamento/raffrescamento sia per il processo produttivo) e dell’involucro edilizio. Il suo scopo principale è quello di fornire il maggior numero di informazioni per quanto riguarda il macro argomento dell’efficienza energetica.

Il sopraluogo sul sito produttivo ed il reperimento dei dati sui consumi energetici permettono di identificare le possibili aree di intervento e di valutare il ritorno in anni degli investimenti necessari da effettuare.

Gli interventi possono essere di natura tecnica, come ad esempio la sostituzione di impianti obsoleti, oppure amministrativa, come l’adozione di una nuova tariffazione dell’energia più conveniente.

L’audit energetico di dettaglio consiste in un’analisi puntuale dei sistemi e sottosistemi energetici del sito in esame. I macro settori analizzati nel audit preliminare vengono scorporati ed analizzati singolarmente al fine di ottenere un bilancio energetico del sito produttivo i cui al suo interno sono presenti tutte le voci di consumo e di costo in denaro.

Per conseguire gli obiettivi che un’analisi di dettaglio si impone non è più sufficiente un unico sopralluogo, ma sono indispensabili più monitoraggi. Oltre all'analisi classica dello studio preliminare si deve far ricorso anche a strumenti di misura che verranno installati volta per volta su tutti i sottosistemi i quali per avere la quantità di dati necessari allo studio dell’efficienza energetica del sito in esame.

A seguito di un Audit Energetico  possono essere effettuati diverse tipologie di interventi per perseguire l’obiettivo dell’’Efficienza Energetica, i principali dei quali sono i seguenti:

  • Installazione di impianti di produzione energia da fonti rinnovabili, quali:
    1. Impianti fotovoltaici
    2. Impianti solari termici
    3. Impianti geotermici abbinati a pompe di calore
  • Installazione di impianti di cogenerazione ad alta efficienza per la razionalizzazione del fabbisogno di energia elettrica e termica
  • Interventi di rifasamento per la riduzione della potenza reattiva
  • Installazione di sistemi di illuminazione ad alta efficienza, basati sulla tecnologia a led
  • Installazione di inverters sulle macchine elettriche operatrici
  • Interventi di ristrutturazione degli edifici.
Email Share to Facebook Share to Twitter Share to Google+ Share to Pinterest Share to Linkedin