Allacciamento gas: costi e procedure per attivare una nuova fornitura

29 Gennaio 2018

Chi di noi non si è mai chiesto quali siano le tempistiche per l’allaccio del gas o della luce? Ad occuparsene, solitamente, è il distributore locale ed, a seconda delle necessità, il lavoro di allacciamento può essere lineare o più complesso. Per realizzare tale opera ci si può rivolgere al distributore od al fornitore. Se si decide di contattare il fornitore, verrà stipulato con esso un contratto di fornitura relativo ed il fornitore prescelto si occuperà di contattare l’utente per il nuovo allaccio del gas e della luce e l’installazione del contatore, accordandosi con il distributore.

Allaccio gas: quanto tempo ci vuole?

Entro 20 giorni dalla richiesta dell’allacciamento, il distributore invia all’utente un preventivo che deve essere chiaro e trasparente. Se il cliente accetta il preventivo, allora il distributore deve garantire l’allaccio entro 15 giorni lavorativi dalla ricezione dell’accettazione, se si tratta di lavori semplici (installazione del contatore, prolungamento di un tubo, ecc.). Se si tratta, invece, di lavori complessi (passaggio di cavi sotto terra, ecc.), si arriva fino ad un massimo di 60 giorni. Se non si accetta il preventivo entro tre mesi, è necessario fare nuovamente richiesta.

Quanto costa l’allacciamento del gas

Nel caso del costo dell’allacciamento del gas metano, una volta inviata la richiesta di allacciamento, il preventivo deve essere ricevuto entro 15 giorni per i lavori semplici ed entro 30 per quelli complessi. All’accettazione del preventivo, il distributore ha a disposizione per realizzare l’attivazione del contatore del gas 10 giorni, in caso di lavori semplici e 60 in caso di complessi. Vi è la possibilità di rifiutare la richiesta di allacciamento del gas solo in due casi:

  • Non esiste nella zona una rete di distribuzione del gas;

 

  • I lavori non sono fattibili dal punto di vista tecnico o economico.

 

Gli interventi alle strutture murarie per poter applicare il contatore del gas, a differenza di tutto il resto, devono essere pagati dall’utente.