Cos'è il codice PDR della bolletta del gas?

29 Gennaio 2018

Molto spesso, quando si ha a che fare con i consumi del gas, si sente parlare di codice PDR. Questo rappresenta il codice che permette di effettuare tutte le operazioni relative alla fornitura del gas. PDR, in realtà, è l’acronimo di Punto Di Riconsegna e sta ad identificare una determinata utenza. Questo serve per realizzare qualsiasi tipo di operazione sulla fornitura ed è composto da 14 cifre. Tale codice PDR del gas non viene cambiato al cambiare del fornitore, ma una volta assegnato resta lo stesso, sia che si tratti di voltura che di subentro. Il numero cliente, invece, cambia al cambiare di fornitore all’interno del mercato libero.

A cosa serve il codice PDR?

L’importanza del PDR è data dal fatto che è necessario utilizzarlo quando, ad esempio, si vuole riattivare un’utenza che è stata disattivata. Quando si allaccia una fornitura, il tecnico della distribuzione installa il contatore che viene associato ad un PDR che è diverso da quello delle altre case.

Come risalire al codice PDR del gas senza avere la bolletta

Il PDR relativo al contatore del gas è un codice che si associa solo alla fornitura del gas. Per quanto riguarda l’elettricità, invece, il corrispettivo è il codice POD. Quando si realizza una voltura, un subentro o una disdetta, è sempre necessario essere a conoscenza del codice PDR, che deve essere comunicato. Il codice si trova nelle prime due pagine delle bollette, laddove si elencano le caratteristiche della fornitura oppure si può ottenere telefonando al numero verde del proprio fornitore. In alcuni casi, inoltre, si ritrova attaccato al contatore, anche se non è obbligatorio. Ci sono casi in cui, per esempio, si entra in una nuova casa e non si ha modo di conoscere il PDR perché non si è in possesso delle vecchie bollette. In queste situazioni, è necessario contattare il distributore locale, meglio se tramite fax.

Il PDR non va confuso con il n° di matricola

Bisogna ricordare che il PDR è diverso dal numero di matricola, che si riferisce al contatore in quanto apparecchio e lo identifica, essendo introdotta dalla dicitura “No” o semplicemente dalla lettera “N”. In ultimo, il PDR non deve essere confuso con il punto di consegna, anch’esso indicato sulla bolletta, che corrisponde allo snodo centrale da cui il gas arriva e viene trasportato alle case.