Il nuovo contatore elettronico del gas sta per arrivare in tutte le case

29 Gennaio 2018

A molti utenti è capitato che gli venisse sostituito il contatore del gas nell’ultimo periodo. Per questo motivo, è importante sapere dove trovare nei nuovi contatori di gas il PDR, il numero di matricola, il POD ed altre informazioni che potrebbero essere necessarie. A breve tutte le case avranno un contatore di gas elettronico, considerati dei modelli “intelligenti” grazie alla loro precisione, un processo di sostituzione iniziato nel 2013 ed ancora in corso e che ha visto gli utenti ricevere un avviso da parte dei distributori di zona per effettuare il cambio. Conviene agli utenti capire bene il funzionamento di questi contatori, in modo da poter comunicare l’autolettura ed evitare di ricevere bollette che non siano in linea con i propri consumi.

Come funziona il nuovo contatore elettronico?

Il funzionamento del contatore elettrico è pari a quello del contatore tradizionale, con la differenza che il consumo di gas è indicato sul display digitale ed è registrato sulla base di sensori. Se si decide di recedere dal contratto di fornitura, il contatore più essere chiuso a distanza e non necessita, da parte del distributore, dell’applicazione di nessun sigillo. Inoltre, il contatore elettronico di nuova generazione permette di raccogliere dati che risultano importanti per il consumatore e, permettendo la lettura da remoto, consentirà molto probabilmente anche la completa eliminazione delle bollette di conguaglio.

La sostituzione del contatore tradizionale con quello elettronico

La sostituzione del contatore di gas tradizionale con lo smart meter gas, il cosiddetto contatore intelligente, è obbligatoria e non può assolutamente essere rifiutata dall’utente, in qualsiasi caso. Questa viene effettuata dal distributore di zona, qualunque sia il fornitore a cui l’utente è legato da contratto. Si tratta di un’operazione gratuita per tutti gli utenti e della durata di un paio d’ore. Ovviamente, il proprietario deve essere informato della sostituzione e preferibilmente presente al momento della stessa, bensì l’obbligatorietà della presenza sia richiesta solo in caso di contatore non accessibile. Alla fine del processo, il tecnico redige un verbale in cui viene appuntato anche il consumo del contatore del gas metano sostituito fino a quel momento. Si consiglia, comunque, all’utente di scattare una foto del contatore o farsi consegnare una copia del verbale, in modo tale da evitare futuri problemi di fatturazione.

Vantaggi e differenze

Sicuramente, tra i vantaggi del contatore elettronico, ci sono:

- Il telecontrollo da remoto;

- La possibilità di comunicare la telelettura a distanza;

- La possibilità di realizzare una misurazione molto precisa ed accurata;

- La fornitura di moltissime informazioni al cliente tramite il display elettronico.

Una delle opzioni che vengono offerte dal display digitale, è quella di controllare lo stato di apertura o chiusura della valvola che intercetta il gas. In alcuni casi, poi, viene indicato anche il PDR e lo storico dei consumi degli ultimi mesi.

Nel caso di lettura del contatore di gas elettronico, è necessario comunicare le cifre che precedono la virgola e non quelle che la seguono. Per visualizzare il consumo di gas, è necessario accendere il contatore, che altrimenti risulta spento per una questione di risparmio energetico. Per lo stesso motivo, il display si spegno automaticamente dopo alcuni minuti e deve essere riacceso per il riutilizzo. Sul contatore, poi, saranno presenti dei piccoli fori per la lettura ottica che vengono utilizzati dal personale tecnico inviato dal distributore. Sul contatore si trova il numero di matricola, che si riferisce a quel solo apparecchio ed è, dunque, identificativo.