Cosa fare quando si paga la bolletta in ritardo

16 Aprile 2018

Cosa succede quando ci dimentichiamo di pagare una bolletta o quando la riceviamo già scaduta? È bene sapere come comportarsi quando ci si trova in queste situazioni. Se la bolletta è scaduta da almeno una settimana, la situazione non è semplicissima, dal momento che è necessario pagare anche gli interessi di mora che aumentano di giorno in giorno. Se l’importo a cui ammonta la bolletta è troppo alto, però, si può richiedere una rateizzazione dei pagamenti.

Solleciti ed interruzione della fornitura

La prima cosa che il cliente riceverà in caso di mancato pagamento è un sollecito da parte del fornitore. Nel caso in cui ciò non sortisse nessun effetto, ci sarà un secondo sollecito ed in ultimo una diffida legale tramite raccomandata con ricevuta di ritorno. In ultima istanza, si può addirittura arrivare alla rimozione del contatore o al taglio della colonna, se la sospensione del servizio non dovesse bastare. Per riattivare la fornitura è necessario inviare tutta la documentazione richiesta al fornitore, che a sua volta si metterà in contatto con il distributore per procedere alla riattivazione. Questa deve avvenire entro un giorno lavorativo per l’energia elettrica ed entro due per il gas.

Cosa fare la bolletta è arrivata già scaduta?

Nel caso in cui la bolletta è pagata in ritardo perché è arrivata già in ritardo, allora il cliente può inviare un reclamo scritto al fornitore per ottenere il pagamento dei danni. Anche nel caso in cui la bolletta sia smarrita, il cliente può reclamare, nonostante sia necessario tener conto del fatto che è molto difficile dimostrare che la bolletta non sia mai pervenuta. Proprio per questo motivo e dato che è solo il consumatore a pagare le conseguenze di un ritardo nell’arrivo delle bollette o uno smarrimento dovendo pagare gli interessi di mora relativi alla passata scadenza della bolletta, quello che richiede l’Associazione Consumatori è che venga introdotta la tracciabilità della bolletta. Tale tracciabilità permetterebbe al cliente di presentare ricorso in caso di bolletta smarrita o in ritardo. Un’alternativa per il cliente è quella di richiedere la ricezione della bolletta via web, che elimina i rischi di cui sopra.